giovedì 14 ottobre 2021

Quando il sogno si interrompe...

 

L’arrivo di una gravidanza rappresenta in molti casi e per molte coppie, un evento estremamente gioioso e carico di sogni e aspettative. 
Ma cosa succede quando questi progetti vengono bruscamente interrotti da quello che viene chiamato lutto perinatale?

giovedì 11 marzo 2021

Summer School: pubblicati gli Atti!

La Summer School "Nascere e Mettere al Mondo. Sguardi Sociali e filosofico politici", organizzata dall'Università del Salento e a cui Rinascere al Naturale ha preso parte come partner, ha avuto un'importante partecipazione nonostante la particolarità del periodo.

E' stata inoltre guardata con interesse un po' su tutto il territorio nazionale: per la prima volta il dibattito sul parto è approdato in ambito accademico in modo così trasversale. Portare il tema della nascita nelle Università è un tassello importante  per iniziare a cambiare la cultura intorno alla nascita e al potere generativo della donna.

Per chi ha partecipato in maniera appassionata e anche per chi non ha avuto il privilegio di esserci, oggi sono disponibili gli Atti pubblicati su ESE Salento University Publishing e accessibili all'indirizzo http://siba-ese.unisalento.it/index.php/nascere/ . Al volume è stato assegnato e-ISBN: 978-88-8305-169-2.

 


mercoledì 10 febbraio 2021

Vuoi unirti a noi? Ecco come farlo e perchè

Vuoi unirti a noi?

Forse non tutti sanno che Rinascere al Naturale è un'associazione e, come tutte le associazioni vere, è aperta e accogliente.
Questo vuol dire che chiunque può diventare socia, oppure socio.
L'unico requisito è condividere la nostra mission.
 

COSA BISOGNA FARE PER ENTRARE A FAR PARTE DI RAN?

Sono sufficienti due passi:
 
𝟙 fare una richiesta formale, compilando e inviando a rinascerealnaturale@gmail.com il modulo preimpostato (che trovi nel blog o puoi richiedere via mail), per avere l'approvazione del Consiglio Direttivo
 
𝟚 versare la quota sociale (che attualmente è di 15,00 €), con validità annuale.
 
Puoi versare la quota tramite PayPal a rinascerealnaturale@gmail.com, oppure tramite versamento su cc. a Rinascere al Naturale, IBAN: IT95I0538716000000035315752
Causale: _Quota sociale 2021 [Nome Cognome]_

DIVENTARE SOCI RICHIEDE IMPEGNO?

giovedì 4 febbraio 2021

Nascita rispettata: cosa significa? Il racconto di una madre

 Uno degli obiettivi di Rinascere al Naturale è che ad ogni madre e ad ogni neonato sia garantita un'esperienza di nascita rispettata, in qualunque luogo essi si trovino.

Foto dal web


Ma cosa significa nascita rispettata?

Nascita rispettata vuol dire rispettosa dei bisogni di mamma e bambino, in linea con le raccomandazioni scientifiche e che tuteli e promuova la salute dei due protagonisti.

Ma nessuna definizione è forse eloquente quanto il racconto che una madre fa della propria esperienza. Lasciamo dunque che siano le parole di questa mamma a definire quello che, per noi, significa nascita rispettata e, soprattutto, quello a cui, per noi, hanno diritto tutte le donne e tutti i bambini.

 

mercoledì 20 gennaio 2021

Finalmente on line il film "Sangue del SUO Sangue"

❓ Taglio del cordone ritardato o anticipato?
❓ E ritardato di quanto? 1 minuto... 5 minuti... 2 ore?
❓ Conservazione del sangue o donazione?

Le domande sono tante e non tutti hanno le idee chiare.

❓ Ma poi: si tratta di sangue del cordone o di sangue del neonato? Ed è corretto parlare di donazione del cordone?
Certo, dire "donazione del sangue del neonato" desta tutto un altro effetto...


In un viaggio virtuale tra raccomandazioni delle società scientifiche e pareri di esperti troviamo, fondamentalmente, tre possibilità a disposizione dei genitori:

martedì 27 ottobre 2020

Webinar PARTO RISPETTATO AI TEMPI DELLA PANDEMIA: STATO DELL’ARTE

 

Rinascere al Naturale

 

in collaborazione con

 La Goccia Magica

 

Organizza l'annuale

 Giornata dei diritti di madre e neonato

(quest'anno in modalità virtuale)

PARTO RISPETTATO AI TEMPI DELLA PANDEMIA: STATO DELL’ARTE

Sabato 31/10/2020, h 9:30-12:30

 


martedì 11 agosto 2020

Vi racconto il mio parto. Lo faccio per le altre mamme

Circa un anno fa, in questi giorni, scrivevo quanto segue.

Dal momento in cui ho realizzato la violenza subita, ho desiderato che la mia esperienza fosse utile ad altre mamme per evitare di subire lo stesso. È per questo che ho voluto diffondere il mio racconto, seppur in forma anonima perché la paura ed il dolore sono ancora troppo forti; ma proprio nei giorni vicini al compleanno della mia bambina ho sentito di nuovo il forte desiderio che la mia storia raggiungesse più persone possibili. 

Vorrei riuscire ad essere di aiuto ad altre mamme, tanto che vorrei anche diventare mamma peer. Mi piacerebbe far parte della vostra associazione.

Vorrei che le cose cambiassero, e so che lo vorreste anche voi.

 

 ******************

Ho partorito il cinque luglio scorso nell'ospedale di XX. 

Voi non vi ricorderete di me, perché io sono stata solo un numero, un’altra brutta giornata di lavoro, una partoriente come tante altre, forse un po’ più antipatica, un po’ più noiosa; ma non ho la pretesa che vi ricordiate. È giusto così. 

Quello che invece non è giusto è che io mi ricordi di voi.