venerdì 31 luglio 2020

Hanno rispettato i tuoi diritti? 7 domande per scoprirlo (e 3 micro azioni per contribuire alla Nascita Rispettata)

Hai partorito da poco, oppure stai per farlo.

Sappiamo che potresti avere mille dubbi, su quello che ti troverai ad affrontare, o su quello che hai già affrontato.

Lo sappiamo perché anche noi ci siamo passate. I dubbi erano tanti, troppi. E il bisogno di capire e affrontare al meglio il parto - o il post-parto - ci ha spinte a trovare delle risposte e a confrontarci con altre donne.

Le domande che ci siamo fatte hanno mosso in noi la voglia di attivarci, di unire le nostre forze, di chiedere a chi queste risposte dovrebbe darcele, per rassicurarci e accompagnarci nell’impegnativo “lavoro” di mettere al mondo una nuova vita.

Dai nostri dubbi è nata la ricerca di come dovrebbe essere, in base alle evidenze scientifiche, l’assistenza al parto.

Qui di seguito trovi le 7 domande da porti per capire se i tuoi diritti sono stati rispettati. In fondo, troverai diverse risorse e un invito ad attivarti per contribuire alla Nascita Rispettata con micro azioni alla portata di tutti.

martedì 7 luglio 2020

Lasciateli entrare!

Intorno alla gravidanza e alla nascita di un bambino gravitano antiche tradizioni che, da una parte all’altra del mondo, attraverso abitudini e, a volte rituali, profondamente differenti tra loro, mantengono una costante comune: il continuo appoggio emotivo alla donna in travaglio, “ingrediente essenziale che offre eccezionali benefici ostetrici ed emotivi sia durante il parto che nel periodo post-partum”.
 
Proprio così: avere accanto, durante il travaglio e il parto, una persona di fiducia di propria scelta (come già raccomandato dall’ OMS nel documento del maggio 1985 "TECNOLOGIA APPROPRIATA PER LA NASCITA") non solo diminuisce la durata del travaglio e addirittura facilita il parto, ma persino riduce notevolmente l’incidenza di depressione post-partum e migliora l’esperienza di allattamento della diade. 
 
foto dal web
In questi mesi di emergenza sanitaria, ancor più di quanto accadeva nei tempi precedenti l’epidemia, le donne gravide hanno vissuto il parto come un’esperienza solitaria e angosciante, di assoluto isolamento. Sono state private del conforto di avere accanto il proprio partner, con cui condividere l’evento tanto atteso della nascita e sul quale fare affidamento per sentirsi contenute e protette. 
 

venerdì 3 luglio 2020

2020 grandioso come il 2019? Con voi ci riusciamo!

 La pace nel mondo può venir costruita cominciando
oggi, un bambino alla volta (Ibu robin Lim)

E' già passato metà anno e verrebbe spontaneo fare un primo bilancio, se non fosse che si è trattato di un inizio d'anno anomalo, che per un po' ci ha lasciato ammutolite, distanti l'una dall'altra e un po' perse.

Ora però abbiamo ritrovato l'energia, la voce, la voglia di fare... Ci siamo ritrovate tra noi! E abbiamo ritrovato voi, con le vostre telefonate, i vostri messaggi, le vostre richieste di sostegno e le vostre offerte di collaborazione!

Il 2020 sarà senz'altro un anno diverso, sarà altrettanto intenso come il 2019? 
Noi siamo sicure di si! ma abbiamo bisogno del vostro sostegno e della vostra partecipazione.

Solo se non saremo sole potremo continuare a fare grandi cose, a portare la pace nel mondo, un bimbo e una mamma alla volta. 😊

A cosa ci serve il vostro aiuto? Cosa possiamo fare insieme?

lunedì 22 giugno 2020

La lettera delle mamme leccesi: aggiornamenti

Sono passate tre settimane dall'invio della lettera delle mamme leccesi alle direzioni dell'Azienda Sanitaria Locale e dei reparti di Ostetricia e Neonatologia/Pediatria del territorio.

Per qualcuna di queste donne la data del parto si sta avvicinando.
Qualcun'altra ha già tra le braccia il suo bambino e il parto appartiene ormai ai suoi ricordi, alla categoria di quelli importanti, e ci auguriamo anche di quelli belli...

Noi di Rinascere al Naturale, che abbiamo da subito sposato la loro iniziativa e che, in qualità di componenti del Comitato Consultivo Misto e del Comitato Percorso Nascita della medesima ASL, ci siamo offerte di fare da mediatrici, siamo ancora in attesa insieme a loro di una risposta alla loro richiesta.

Nel frattempo abbiamo ricevuto ulteriori adesioni, non solo da parte di altre donne prossime al parto, ma anche da enti, associazioni, madri e professioniste che hanno chiesto di sottoscrivere la lettera come forma di sostegno.

Pertanto abbiamo inviato una nuova PEC all'Azienda Sanitaria e alle strutture ospedaliere per comunicare le nuove sottoscrizioni e, con l'occasione, sollecitare una risposta.

martedì 16 giugno 2020

Summer School Nascere e mettere al mondo

Una nuova bella collaborazione, quella con l'Univesità del Salento e, in particolare, con la dottoressa Daniela Danna, ci ha permesso di prendere parte ad un progetto speciale:


Nascere e mettere al mondo

sguardi sociali e filosofico politici.

SUMMER SCHOOL

 23-24-25 settembre 2020

lunedì 1 giugno 2020

Nascere a Lecce ai tempi del Covid. Una lettera delle mamme

 "Ed è mancata anche la possibilità di parlarne apertamente: 
c’è quasi un senso di colpa a farlo, come se durante 
l’emergenza coronavirus richiamare l’attenzione 
sui bisogni della nascita sia in fondo qualcosa di futile"
(Valentina Murelli)


Come si nasce negli ospedali leccesi ai tempi del Covid?

Sicuramente la salute delle madri e dei neonati verrà considerata una priorità. Ma questo significa che viene garantita un'esperienza positiva di parto?
Significa che le donne ricevono un'assistenza rispettosa dei loro diritti e dei loro bisogni?

Vari documenti di interesse nazionale e internazionale sono stati pubblicati, in questi mesi, per fare chiarezza e tutelare i diritti di donne e neonati alla nascita, nonostante la situazione di pandemia, man mano che emergevano le prime evidenze scientifiche. Da ultimo il recente articolo a firma dell'Istituto Superiore di Sanità. Queste raccomandazioni sono state recepite dai presidi ospedalieri del territorio, fortunatamente poco colpiti dall'emergenza rispetto ad altri territori?

E' quello che si chiedono un gruppo di donne in attesa di partorire negli ospedali leccesi, ben comprendendo le difficoltà a cui sono andati incontro gli operatori sanitari in questi mesi passati. Esse si fanno portavoce dei dubbi e delle domande di moltissime altre compagne dei corsi di accompagnamento al parto e hanno scritto una lettera per chiedere, direttamente ai dirigenti degli ospedali e dell'Azienda Sanitaria Locale, di venire informate e rassicurate sulle procedure assistenziali adottate.
Foto dal web

Ci hanno contattato e noi siamo state liete di sostenerle e di tener fede al nostro ruolo di rappresentanti delle madri utenti e di mediatrici presso l'Azienda Sanitaria, anche in virtù dell'appartenenza della nostra Associazione al Comitato Consultivo Misto e al Comitato Percorso Nascita dell'ASL di Lecce.

Pertanto abbiamo scritto a nostra volta una lettera di accompagnamento con la quale abbiamo inviato la richiesta delle madri agli Enti di competenza, chiedendo che l'Associazione sia la destinataria di una risposta da inoltrare alle mamme firmatarie e a tutte le interessate.

Nel frattempo, secondo il desiderio delle prime firmatarie, pubblichiamo il documento come lettera aperta, affinchè possa avere grande diffusione e possa essere sottoscritto da altre donne che lo desiderino e che partoriranno negli ospedali leccesi nei prossimi mesi.


Trovate il testo della lettera qui.


>>>> Se desiderate firmare la lettera (con le sole iniziali così come già fatto dalle autrici), in modo da permetterci di comunicare alle strutture sanitarie le ulteriori sottoscrizioni, mandate una mail a rinascerealnaturale@gmail.com
Noi garantiremo la vostra privacy.




venerdì 3 aprile 2020

Disponibilità ostetriche in Puglia

Condividiamo le iniziative degli Ordini delle Ostetriche in Puglia.

Le ostetriche sono contattabili via telefono o tramite videochiamata.



Clicca sul link per visualizzare i contatti sulle pagine dei relativi ordini.



ORDINE OSTETRICHE BARI/BAT


L'immagine può contenere: una o più persone e testo




ORDINE OSTETRICHE TARANTO

L'immagine può contenere: testo



ORDINE OSTETRICHE FOGGIA





ORDINE OSTETRICHE BRINDISI


L'immagine può contenere: testo



LECCE




Nei presidi territoriali il Percorso Nascita è garantito.

Puoi contattare direttamente i consultori